Visite: 269

10 giugno. Nel corso dell’evento conclusivo dell’edizione 19/20 di ASOC, A Scuola di OpenCoesione, la classe 3B del Liceo Scientifico, che ha partecipato al progetto come Team “Mind The Drop” (attento alla goccia!), ha ricevuto il riconoscimento di 1° classificato per la Regione Molise.

Degli oltre 200 team partecipanti a questa edizione, i 116 che sono riusciti a completare il percorso durante il lockdown, tra cui 11 team molisani, sono stati premiati con un device. Il Team ASOC centrale, composto da esperti di community management, comunicazione ed animazione territoriale, ha animato l’evento che, oltre ai 116 team finalisti, ha visto la partecipazione delle associazioni “Amici di ASOC”, dei responsabili dei centri Europe Direct e dei referenti Istat, che hanno affiancato i team nel percorso di monitoraggio. Ospiti di eccezione Riccardo Monaco per la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Simona Montesarchio per il Ministero dell’Istruzione, Paola Bocchia per la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, Massimo Martinelli per il Senato della Repubblica, Vanessa Pallucchi per Legambiente, Annalisa Corrado per GreenHeroes e la Gaudats Junk Band, con il bassista della Bandabardò. Notevoli le tematiche trattate rispetto al ruolo di cittadinanza consapevole che può essere declinata attraverso azioni di monitoraggio civico ma anche attraverso la tutela dell’ambiente e l’adesione ai principi dell’economia circolare; i vari interlocutori hanno stimolato i ragazzi nell’essere cittadini attivi e ad impegnarsi a continuare a percorrere la strada appena imboccata attraverso la partecipazione al progetto ASOC.

Team Mind The Drop, come suggerisce il nome, ha rivolto la propria attenzione alla tutela dell’acqua, cimentandosi con la problematica delle perdite idriche bojanesi e con l’analisi del monitoraggio civico del progetto di ristrutturazione dell’acquedotto comunale. A nome del team, la nostra alunna Gloria Ranaudo è stata chiamata a presentare il lavoro svolto, alla presenza di circa 800 persone mentre l’evento veniva trasmesso in diretta streaming sui canali nazionali di A Scuola di OpenCoesione. Nel corso del suo intervento, Gloria ha esposto i punti salienti della progettazione e della realizzazione del lavoro, che ha visto i ragazzi impegnati nella stesura di un articolo di data journalism, nella redazione di un report di monitoraggio e nella pubblicazione di due video relativi alle fasi della ricerca e alle visite di monitoraggio effettuate; non sono mancati, infine, il riferimento al sistema di monitoraggio telecontrollato che dovrebbe consentire al comune di individuare precocemente le perdite idriche occulte.

Nel corso della manifestazione gli organizzatori si sono più volte complimentati con i team finalisti per aver saputo lavorare proficuamente nonostante le note difficoltà della Didattica a Distanza e per aver attribuito al percorso un valore aggiunto, non percependolo tanto come un lavoro in più ma come un elemento di aggregazione per gli alunni delle classe coinvolte che, seguendo le indicazioni del team centrale e dei docenti referenti hanno portato a termine la realizzazione degli elaborati ed hanno avuto l’occasione di prendere parte ad eventi di portata nazionale, come quelli organizzati a maggio per la Giornata dell’Europa, celebrata in Molise con l’evento “Storie di sta(ordinaria) cittadinanza partecipata: noi ci siamo” durante la quale le scuole coinvolte hanno avuto l’occasione di presentare il proprio lavoro alla presenza dei rappresentanti dell’ USR Molise, delle istituzioni e del dott. Gianmarco Guazzo in rappresentanza del Team ASOC centrale.

Doverosi i ringraziamenti agli organizzatori ed alle associazioni di supporto (Europe Direct Molise, Istat Molise e WWF Molise), senza i quali non si sarebbe potuto mettere in atto un percorso di così alto spessore.

Torna su